fbpx

Blog

Coppette mestruali: tutto quello che devi sapere sull’alternativa eco agli assorbenti

in Consigli e suggerimenti 07/11/2022

Le coppette mestruali moderne nascono negli anni ‘30 con lo scopo di fornire alle donne un prodotto per l’igiene intima che fosse economico, ecologico e pratico.

Grazie a questi principi, dopo quasi 100 anni dalla produzione delle prime coppette mestruali moderne, le coppette mestruali sono diventate la migliore alternativa agli assorbenti.

I comuni assorbenti di plastica infatti, oltre a impiegare più di 500 anni per decomporsi, sono ancora soggetti alla tampon tax e quindi ancora troppo costosi per molte donne.

Ma cos’è esattamente la coppetta mestruale e come si usa?

Coppette mestruali: cosa sono?

Le coppette mestruali sono dei contenitori in gomma, silicone,  lattice, o altro materiale allergenico che servono per raccogliere il sangue mestruale; le più famose hanno una classica forma a imbuto composta da una piccola conca e da un gambo, ma in commercio se ne possono trovare di diversi modelli.

Come gli assorbenti interni vengono inserite nel canale vaginale, ma a differenza di questi non devono essere cambiate dopo un solo utilizzo, anzi durano per diversi anni.

Inoltre, le coppette mestruali, a differenza degli altri prodotti per l’igiene intima femminile, a seconda delle esigenze, possono essere svuotate dopo un numero di ore maggiore senza il rischio di provocare una sindrome da shock tossico.

Coppette mestruali: come funzionano?

Le coppette mestruali, come abbiamo già spiegato, sono delle piccole coppe in silicone che vengono utilizzate per contenere il flusso mestruale.

A differenza degli assorbenti che vengono usati per assorbire il sangue, le coppette si limitano a raccoglierlo: ma come?

La coppetta viene inserita all’interno del canale vaginale durante le mestruazioni, una volta inserita si posiziona sotto la cervice uterina avvolgendola in parte, in questo modo tutto il sangue mestruale viene raccolto dalla coppetta senza alcuna fuoriuscite.

Come scegliere la coppetta mestruale: dimensione forma e tipologia

tipologie coppette mestruali

Negli anni si soni sviluppati diversi modelli di coppetta mestruale adatti a donne con esigenze diverse.

Le varie tipologie di coppette mestruali si distinguono per:

  • funzionalità;
  • rigidità;
  • forme;
  • dimensioni.

Oltre ai modelli più classici è possibile infatti acquistare dei modelli specifici di coppette mestruali in polietilene che permettono, nonostante siano inserite nel canale vaginale, di avere rapporti sessuali durante il periodo delle mestruazioni.

Ma come scegliere la coppetta giusta?

Per scegliere la coppetta mestruale giusta bisogna valutarne soprattutto la grandezza e la rigidità.

Le coppette mestruali più piccole sono adatte alle donne giovani che non hanno partorito e hanno un flusso molto leggero, d’altro canto le coppette mestruali più grandi sono adatte a donne adulte che hanno già partorito o superato i 30 anni, o che hanno un flusso abbonante.

La rigidità della coppetta mestruale deve essere invece valutata in base alla tonicità del pavimento pelvico: donne con un pavimento pelvico più tonico avranno bisogno di una coppetta mestruale più rigida, al contrario donne con il pavimento pelvico meno tonico avranno bisogno di una coppetta mestruale più morbida.

Riassumendo, se stai valutando di acquistare una coppetta mestruale sceglila in base a:

  • la tua età;
  • le sue dimensioni;
  • la sua rigidità;
  • l’aver già effettuato un parto naturale, o meno.

Coppetta mestruale: come si usa

piega coppette mestruali

Se stai per utilizzare una coppetta mestruale ricorda di fare molta attenzione all’igiene, infatti oltre a essere fondamentale che la coppetta sia sterilizzata, anche le tue mani devono essere pulite.

Se utilizzi una coppetta non igienizzata o hai le mani sporche rischi d’introdurre dei germi all’interno del tuo canale vaginale e provocare delle infezioni.

Una volta che tutto sarà perfettamente igienizzato, trova una posizione comoda e preparati a inserirla.

Per farlo puoi piegare la tua coppetta in diversi modi:

  • tramite la piegatura a C;
  • attraverso la piegatura a 7;
  • con la piegatura a tulipano.

La prima volta non è mai semplice, per cui sperimenta tutti i tipi di piegature prima di trovare quella più adatta a te.

Una volta inserita la coppetta si aprirà da sola e avvolgerà la cervice, tu non dovrai toccarla sino a che non desideri rimuoverla.

Per estrarla non dovrai fare altro che prendere il gambo facendo una piccola pressione sulla parte iuù alta della coppetta e aiutandoti con i muscoli del pavimento pelvico, la coppetta mestruale fuoriesce senza provocare dolore.

Dopo aver rimosso la coppetta ricordati di lavarla nuovamente con acqua e sapone prima di riutilizzarla.

Ricorda sempre di tenere la coppetta per un massimo di 12 ore e di sterilizzarla tra una mestruazione e l’altra.

Coppetta mestruale, i pareri dei ginecologi e le controindicazioni

I ginecologi in generale sono favorevoli all’utilizzo della coppetta mestruale come prodotto per l’igiene femminine.

Ci sono però due casi in cui l’uso della coppetta viene altamente sconsigliato:

  • quando sono presenti delle infezioni vaginali;
  • prima che siano passate 6 settimane da un parto, da un aborto, da una colposcopia o un intervento chirurgico vaginale.

Nei casi sopracitati è preferibile utilizzare un assorbente esterno preferibilmente in cotone o in tessuto, in tutte le altre condizioni, l’uso della coppetta mestruale è a discrezione di ogni donna.

Dove acquistare le coppette mestruali

Le coppette mestruali possono essere acquistate tranquillamente online oppure in farmacia.

Se stai pensando di comprare la tua prima coppetta mestruale o desideri sostituire quella vecchia, ti consigliamo di acquistare la coppetta mestruale presente nel nostro shop, oppure, se preferisci vieni a trovarci nella nostra sede.

    Carrello
    WhatsApp chat